L’associazione Accademia della Voce del Piemonte Alto Perfezionamento Lirico Strumentale e “Soirées Musicali”...

...è una Onlus che pur essendo nata anni fa, come costola de La Nuova Arca, se ne è affrancata, si è pienamente emancipata, gode di autonomia giuridica ed amministrativa e dopo la modifica notarile dello statuto, si è assunta anche l’onere e l’onore di dar vita alle "Soirées Musicali", giunte ormai alla XXXI edizione. Il 9 luglio 2020 i soci riuniti in assemblea dal Notaio D'Aloia di Torino, ha modificato lo statuto divenendo Ente del Terzo Settore, la cui efficacia giuridica scatterà con l'istituzione del Runts (Registro del Terzo Settore) prefigurato nel gennaio 2022. 

Una premessa è d'obbligo:

c’è continuità operativa, storica direi, con l’associazione madre, fin dal 1989, anno di fondazione de “La Nuova Arca” un progetto che comprendeva l’attività di alto perfezionamento lirico e lo spettacolo dal vivo, il settore concertistico, dedicato in buona parte al debutto dei giovani cantanti che hanno partecipato all’attività formativa. 

L’attività dell'Accademia della Voce del Piemonte scaturisce quindi dall'insieme coordinato della didattica di Alto Perfezionamento Lirico al XXIV anno accademico e delle stagioni concertistiche. Il che sintetizza il pensiero di sempre: dare una coscienza professionale ai giovani cantanti lirici e inserirli nel mondo dello spettacolo, aprendo loro significative prospettive di lavoro.

IN 31 ANNI DI LAVORO PROFESSIONALE...

...a cominciare dalla prima master class tenuta da Raina Kabaivanska nel Castello Cavour di Santhena (Torino) nel 1991...

...nacquero cantanti tutt’ora in carriera: giovani direttori d’orchestra nei master con Yuri Ahronovitch e Aldo Ceccato, con Andrea Bocelli (Master Class al Circolo della Stampa di Torino, artista/docente Franco Corelli; Francesco Meli, primi anni del 2000. Due anni di studio con Franca Mattiucci, debutto nel “Don Giovanni” messo in scena al Teatro Carignano di Torino; Francesca Scaini, molti anni di studio, vincitrice del “Callas televisivo 2000” e carriera importante in Germania; Tatiana Serjan, due anni di studio in Accademia con Franca Mattiucci e quindi debutto in “Macbeth” alla Scala con Riccardo Muti; Anna Pirozzi, che, sentendosi coccolata, ha preso parte a numerose master class nei primi anni del 2000, mostrando sempre un’ansia di sapere che l’ha portata poi a perfezionarsi ancora e a debuttare a livello mondiale.

E di seguito decine di cantanti italiani e stranieri...

...tra i quali, Francesco Marsiglia, Enrico Iviglia, al tempo in cui era dir. artistico Claudio Desderi. Ci fu in quel periodo una parentesi storica, toccante realizzata grazie ai buoni uffici di Alida Tua, vera anima de “La Nuova Arca” e mons. Marcelo Sanchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze:

Un complimento che nessuno di noi ha dimenticato.

Protagonisti del Requiem eseguito a Castel Gandolfo, davanti a tutti gli ambasciatori accreditati in Vaticano, erano: Francesco Marsiglia, Chiara Giudici, Silvia Regazzo, Maurizio Franceschetti

il concerto nella sede estiva del Papa a Castel Gandolfo.

Un Concerto che emozionò profondamente Benedetto XVI, il quale rivolgendosi a Claudio Desderi, disse:

Maestro sapevo che lei è stato un bravissimo baritono, ma non sapevo che fosse anche un bravo direttore d’orchestra. Devo dirle che finalmente ho ascoltato un Requiem di Mozart non eseguito alla tedesca”.

Era il 7 settembre 2010 e La Nuova Arca eseguì “La Messa Da Requiem” di W. A. Mozart per il 5° anno del Pontificato di Benedetto XVI

Un concerto celebrativo di straordinaria emozione

con i giovani cantanti preparati da Claudio Desderi nella nostra Accademia della Voce, l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Claudio Desderi, il Coro Accademia della Voce diretto dal M° Sonia Franzese, da anni docente all’Accademia della Scala e docente/direttore artistico dell’associazione che presiedo. 

Dagli Anni 90...

...al Circolo della Stampa di Torino, in Corso Stati Uniti 27, grandi artisti hanno trasmesso il loro sapere a giovani cantanti di tutto il mondo: il celebre direttore d’orchestra russo Yuri Ahronovitch,  Raina Kabaivanska, Virginia Zeani, Romano Gandolfi, Alfredo Kraus, Franco Corelli, Claudio Desderi, Enzo Dara, Aldo Ceccato.
E subito dopo, Franca Mattiucci, Mariella Devia, Daniela Dessì, Luciana D’Intino, Francisco Araiza, Sonia Franzese, che già diplomata in canto, pianoforte, laurea all’Università di Torino, Rockwell Blake, José van Dam , Alessandro Corbelli, Sung Hee Park dell’Università di Seoul, Andrea Carè, tenore torinese, protagonista in tutti i maggiori teatri al mondo. Artisti sempre affiancati da giovani pianisti accompagnatori, gran parte dei quali hanno iniziato la loro carriera in Accademia.

Una storia lunga trentuno anni...

durante i quali La Nuova Arca, prima, e l’Accademia, dopo, sono state ambasciatrici liriche della Regione Piemonte in tutto il mondo, protagonisti, sempre giovani cantanti e musicisti . Anni d’oro in cui le Regioni avevano un’ampia autonomia economica e relazionale anche all’estero e puntavano molto sulla cultura. 
  • Riccardo Muti
  • Christo

La Nuova Arca prima e l’Accademia della Voce del Piemonte dopo

hanno sempre avuto nel proprio DNA la vocazione sociale e umanitaria strettamente radicata nella musica operistica, classica, sinfonia e nella musica sacra, in cui il Coro del M° Sonia Franzese ha avuto un ruolo estremamente significativo. Penso ai collegamenti con l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles diretto allora dal dr. Enzo Coniglio e trasmesso da Telemontecarlo in diretta dal Palastampa a Los Angeles. Un grande spettacolo a favore del SERMIG di Torino ed a "Il Suono dei parchi" in diretta televisiva dalla Rai di Torino per la Columbia University di N.Y.  Per non tacere dei grandi convegni sui temi sociali.

E’ stato il tempo in cui in collaborazione con l’Università di Torino, sono stati istituiti il Premio Internazionale Arca d’oro Italia, Sapere Aude, e dopo l’Arca d’oro Giovani Talenti, che ogni anno si assegnano e si consegnano nel corso di una cerimonia e di un concerto omaggio all’artista. Non possiamo non ricordare il primo premio Arca d’oro conferito nel 1991 a Yuri Ahronovitch e via via a Claudio Abbado, Mirella Fremi (nella casa di Giuseppe Giacosa a Collereto Giacosa), Alfredo Kraus, Carla Fracci, Bruno Bartoletti, Paolo Conte, Zubin Mehta, Luca Ronconi, Pierluigi Pizzi, Bruno Casoni, Gianandrea Noseda, Riccardo Chailly (concerto diretto dal maestro all’Università), Riccardo Muti (e laurea Honoris Causa su proposta del sottoscritto e concerto all’università diretta dal Maestro), Maurizio Scaparro, Christo ( laurea Honoris causa su proposta del sottoscritto e del console on. della Bulgaria Gianni Maria Stornello), Sonia Franzese, Premio Arca d’Oro speciale per la Direzione di Coro; Renata Scotto, Paolo Nespoli (Arca D’oro e Laurea Honoris causa in ingegneria aerospaziale, su proposta, al Politecnico di Torino, del sottoscritto e del console della Bulgaria Gianni Maria Stornello), a Mariella Devia, novembre 2019 nell’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale di Torino, perché l’Aula Magna del rettorato è stata chiusa a causa di un incendio alla Cavallerizza.  

L’Accademia della Voce del Piemonte, il 9 luglio scorso ha modificato il proprio statuto per far parte degli Enti del Terzo Settore,  ha dato vita all'European Opera Competition Torino in the World che dopo le prime fortunate due edizioni, ha subito uno stop a causa delle disposizioni giustamente restrittive imposte dal governo per il Corona Virus.

ANNO 2020-2021

L'Accademia della Voce del Piemonte prosegue l’attività nella ferma convinzione che soltanto da una sana liaison tra Alto Perfezionamento Lirico e attività concertistica pubblica, si possa dare l’opportunità ad aspiranti giovani artisti di maturare professionalmente nell’intento di affrontare una lunga carriera teatrale. Affinché questa affermazione trovi pratica realizzazione, è assolutamente necessario che stage, master class e corsi annuali siano affidati ad artisti che oltre ad aver fatto la storia del teatro, si appassionino ai giovani per trasmettere loro sapienza tecnico interpretativa.
La conoscenza, in qualunque settore della cultura, è frutto di una salda esperienza da non disperdere, ma, al contrario, da rendere ancora più forte. Purtroppo l’Italia, patria indiscussa del teatro lirico, forte di una letteratura costruita da compositori, poeti, scrittori, romanzieri, letterati italiani ed europei, nel Novecento ha dettato legge in tutto il mondo, ma da anni, ormai, sta perdendo un patrimonio incommensurabile, che altre nazioni, soprattutto Stati Uniti, Corea, Cina, Giappone Europa centrale e del Nord Est stanno valorizzando.  


Quest’anno, dopo la pandemia provocata da Covid-19...

...che ha impedito di portare a termine il programma relativo allo studio e alla rappresentazione de "La Bohème" e "La Sonnambula", l’Accademia ha programmato il corso annuale di Alto Perfezionamento che sarà tenuto dal M° Sonia Franzese. Otto mesi di studio; quindi Stages e Master per lo studio di tutti i ruoli de “La Traviata” e de “L’Elisir d’amore”. Stage s e Master godranno della piena disponibilità del famoso mezzosoprano Luciana D’Intino, della celebre soprano Mariella Devia, del tenore Andrea Carè, del baritono Alessandro Corbelli, del Maestro Sonia Franzese, docente all’Accademia della Scala e del soprano Sung Hee Park, docente all’Università di Seoul, che vanta una carriera internazionale, essendo presente in numerosi importanti teatri. Due stages in collaborazione con la Compagnia di San Paolo su “Traviata” – con Luciana D’Intino e Sonia Franzese – un master su “L’Elisir d’amore e “Traviata” e tre stage sempre sui ruoli delle due opere con Luciana D’Intino - Sonia Franzese; Andrea Carè / Sonia Franzese, Alessandro Corbelli e Sung Hee Park- Sonia Franzese, cui si aggiungono due master class di violino affidate a Francesco De Angelis, "spalla"dell'Orchestra della Scala ed a Antonella Di Michele, docente al Conservatorio di Torino.
Obiettivo primario, la rappresentazioni dell’opera verdiana e donizettiana

INTESTAZ. 1

Ecco perché l’Accademia della Voce del Piemonte...

...offre la possibilità a giovani cantanti italiani e stranieri di partecipare a corsi annuali, master, stages di lunga durata con artisti di elevata qualità tecniche e interpretative.
In tal senso giova ricordare che anche quest'anno, grazie all'apporto di
Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Regione Piemonte, l'Accademia ha progettato e coordinatosette tra stages e master con artisti del valore internazionale come Mariella Devia, Luciana D’Intino, Sung Hee Park, Alessandro Corbelli, Andrea Carè, Sonia Franzese, Antonella Di Michele (violino) Francesco De Angelis, per portare in scena gli studenti più meritevoli al termine di dure selezioni e di esibizioni concertistiche. Sarà un altro periodo di studi importante perché ai due primi stage di sedici giorni, parteciperà anche – come già è avvenuto nei due anni precedenti - il prof. Diego Cossu dell’Università di Torino, foniatra specialista nella tecnica di respirazione dal punto di vista clinico e dell’apparto vocale.

Particolare attenzione si rivolge
al Coro Sinfonico Reine Stimme

fondato e diretto dal M° Sonia Franzese, che lo plasma ogni anno con nuovi inserimenti, tal che ha creato un organismo di grande duttilità vocale e musicale e di vasto repertori lirico, sinfonico, musica sacra, apprezzato dalle maggiori formazioni orchestrali italiane.

Vanno tenuti nella dovuta considerazione...

...considerando l’eccezionalità dei prossimi mesi (Fase 2 del rilancio dell’economia e delle relazioni sociali) che oltre alle rappresentazioni della “Traviata” e de “L’Elisir d’amore”, si terranno il III Edizione del Concorso Lirico Internazionale, il Premio Arca d’Oro Italia Sapere Aude, che sarà consegnato al mezzosoprano Luciana D’Intino, artista che nella sua lunga carriera internazionale a restituito, dato senso e vita al vero mezzosoprano verdiano in tutto il mondo, magnificando al tempo stesso, il repertorio romantico francese e il classico europeo. La cerimonia si terrà il 21 gennaio 2021. Nella stessa cerimonia saranno premiato con l’Arca d’Oro Giovani Talenti 2021, due giovani artiste: il soprano Injgeong Hwang, cantante che si è in gran parte formata a Torino e preso parte a numerosi concerti con l’Accademia e la pianista ventenne Ginevra Costantini Negri, che si sta distinguendo nel panorama musicale italiano.  

INTESTAZ. 1